1 Maggio 2018, da Reggio Calabria a Lampedusa l’USB nel nome di internazionalismo e solidarietà

Nazionale -

È un Primo Maggio sotto il segno delle lotte per i diritti, quello che l’Unione Sindacale di Base ha scelto di celebrare quest’anno a Reggio Calabria e Lampedusa, abbracciando idealmente e concretamente i popoli del mondo prima sfruttati e poi perseguitati con la continua negazione della dignità.


Internazionalismo e solidarietà sono le parole d’ordine con le quali USB e Federazione Sindacale Mondiale tengono insieme da un lato le rivendicazioni dei braccianti sfruttati nelle campagne di tutta Italia, dall’altro i diritti di quanti dopo aver sfidato il Mediterraneo sbarcano a Lampedusa e in tante altre località italiane. Scoprendo sulla propria pelle la realtà ostile di un paese in cui l’attacco frontale contro i lavoratori, i pensionati, i precari, i disoccupati, i senza casa, è al culmine.


È contro questo stato delle cose che l’Unione Sindacale di Base si mobilita e lotta, ogni giorno. Il Primo Maggio 2018 lo fa a Lampedusa, a Reggio Calabria, a Catania, a Bologna, a Salerno e in tanti altri centri d’Italia.


Unione Sindacale di Base